Canova Experience: la Gypsotheca di Possagno è un museo multimediale

Asolana Group firma una piattaforma interattiva con touch screen, realtà virtuale e opere digitalizzate

Il Museo di Canova diventa digitale

POSSAGNO. Si chiama Canova Experience ed è il progetto con il quale la Gypsotheca e Museo Antonio Canova di Possagno (Treviso) diventano digitali. Ne hanno rivelato contenuti e innovazioni i protagonisti: Marco Zanesco, CEO di ASOLANA Group, Franca Coin, Presidente della Fondazione Canova, Mario Guderzo, Direttore della Gypsotheca e Museo Antonio Canova, Valerio Favaro, Sindaco di Possagno.

Canova Experience è un’innovativa piattaforma di comunicazione integrata e tecnologica che contribuisce alla conservazione e valorizzazione del patrimonio custodito, cambia la modalità di fruizione e trasforma la visita museale in una esperienza di edutainment immersivo e interattivo.  

L'Ala Scarpa

I virtual tour abbattono le barriere architettoniche e aprono il museo anche a persone diversamente abili, il sistema integrato di tecnologia valorizza l’esperienza di visita rendendola innovativa e interattiva. Un impulso decisivo alla conservazione dell’immenso patrimonio è dato dalla digitalizzazione dell’archivio storico documentale, dalla mappatura e rilevatura delle matematiche architettoniche e dalla scansione tridimensionale delle statue.

Realizzato con il parziale contributo dei fondi Regione Veneto POR-FERS 2014-2020 e con il coinvolgimento di un team di professionisti e partner di Aolana Group, il progetto colloca il museo di Possagno in una futuristica dimensione digitale.

Come nasce il progetto Canova Experience

Alla base del progetto c’è l’incontro è tra le esigenze di conservazione e valorizzazione del patrimonio di un Museo piccolo ma importantissimo, riconosciuto a livello internazionale per la straordinaria e unica collezione di opere del grande scultore neoclassico, e la visione appassionata e strategica di un imprenditore figlio dello stesso territorio. In un’epoca in cui la multimedialità è parte integrante della vita, il Museo che non era ancora provvisto di mezzi e strumenti tecnologici, offriva una visita di tipo tradizionale. 

Marco Zanesco, CEO di ASOLANA Group, che da sempre conosce e ama questo luogo (l’azienda di famiglia stampava i cataloghi per la Gypsotheca e Marco da ragazzo seguiva i servizi fotografici in Gypsotheca con i fotografi) è sceso a fianco del Museo impegnandosi a colmare questo gap. Alla fine del 2016 ASOLANA Group ha elaborato un ecosistema di prodotti multimediali di grande valore conservativo, didattico e sociale.

In che cosa consiste?

Canova Experience è una piattaforma di comunicazione integrata multimediale e interattiva ad alto contenuto tecnologico. Una vera innovazione, che combina totem touch screen per gli approfondimenti dei contenuti, QR CODE per conoscere storia e segreti delle opere, virtual tour per amplificare la visita e superare barriere architettoniche e geografiche, mappatura e scansione 3D della Gypsotheca e delle opere, digitalizzazione dell’immenso archivio storico documentale dell’artista, aula didattica multimediale con tavoli touch screen, schermi interattivi e postazioni oculus per immergersi nell’emozione.

Un sito web dedicato www.canovaexperience.com e una App scaricabile permettono l’accesso alla visita e ai contenuti del sito di Possagno anche da remoto.

Cosa si è fatto

Tour virtuali e mappatura delle opere e Gyspotheca e Casa Canova. Per la realizzazione dei Virtual Tour, gli spazi e le opere sono stati “mappati” attraverso un particolare laser scanner tridimensionale che mentre mappa scatta foto a 360 gradi, elimina la distorsione delle immagini e permette la visione degli ambienti sia in pianta che in formato tridimensionale garantendo un risultato finale estremamente fedele alla realtà.

Attraverso il processo di scansione sono state rilevate le “misure” delle opere, sono stati rilevati i punti architettonici e tradotti in un file che contiene la cosiddetta nuvola di punti e le misure matematiche e architettoniche di ambiente e opere, che trovano applicazione nel lavoro di progettazione della tecnica di restauro e nella conservazione dei gessi canoviani.

Il tetto dell’ala ottocentesca della Gypsotheca a giorni sarà oggetto di un restauro conservativo che durerà alcuni mesi. In condizioni normali, la visita all’area interessata dal restauro sarebbe stata limitata, ma grazie a Canova Experience, il museo resterà aperto e i visitatori attraverso i tour virtuali potranno visitare anche la zona in restauro.

Il file con le matematiche rilevate è quindi un importantissimo strumento ingegneristico che è già stato utilizzato nel lavoro di progettazione del restauro della Gypsotheca. Nel 1917 la Gypsotheca è stata bombardata e squarciata e molte opere sono state distrutte o danneggiate. La visione della Gypsotheca con il bombardamento e i danni causati è una delle esperienze offerte dai virtual tour.

Digitalizzazione dell’archivio documentale di Antonio Canova. Sono circa 730,000 i documenti storici dell’archivio documentale dell’artista conservati nella Gypsotheca e Museo Antonio Canova.

Raccontano della sua vita, della storia delle sue opere dalla committenza al loro pagamento e danno voce all’uomo Canova. Costituiscono un preziosissimo patrimonio e un imprescindibile materiale di riferimento per studiosi, esperti e università che studiano l’artista e il movimento neoclassico, di cui fu massimo esponente, un patrimonio prezioso ma fragilissimo e proprio per questo di difficile e limitata consultazione.

La digitalizzazione dell’archivio storico documentale di Antonio Canova, parte integrante del progetto lo sottrae alla corruzione del tempo e lo rende finalmente consultabile sia nell’aula didattica e totem presenti nel Museo che da remoto attraverso il sito web e l'app. Visto l’enorme numero di documenti che formano l’archivio, la loro digitalizzazione avviene per gradi. A oggi i documenti digitalizzati sono circa 650.

Realizzazione dell’aula didattica interattiva. Particolare valore, didattico e sociale, ha l’aula interattiva che completa e amplia l’esperienza di visita al Museo. Collocata adiacente all’antica cucina, quest’aula oltre ad offrire approfondimenti sull’artista e sulle opere, rende fruibile l’intera esperienza museale alle persone con disabilità superando le barriere architettoniche che l’avevano, finora, limitata.

Un concentrato di tecnologia di ultima generazione accoglie il visitatore. Un tavolo multimediale e dei totem touch offrono in lingua italiana e inglese tutti i contenuti, arricchendo emozionalmente la visita della Gypsotheca. 

Le esperienze possibili sono molteplici: esplorare la struttura con i tour virtuali, esaminare le opere in ogni minimo dettaglio con la realtà aumentata, visitare la casa dell’artista, avere notizie approfondite su ogni statua e consultare una selezione di documenti dell’archivio documentale, accedere a particolari contenuti visual. 

Schermi touch accessibili a tutti raccontano la vita e le opere di Canova. Postazioni con visori Oculus cambiano ancora la prospettiva immergendo letteralmente il visitatore nel virtuale. I virtual tour della Gypsotheca e della casa dell’artista, realizzati con un particolare scanner tridimensionale, offrono un’esperienza quasi reale.

Da segnalare la fluidità delle immagini negli spostamenti, la non distorsione delle immagini e la possibilità di vedere gli ambienti in pianta o in modalità 3D.  Con i visori oculus oltre a passeggiare negli ambienti dove ha vissuto il grande artista neoclassico, si potranno ammirare le sue opere, vedere le statue in tridimensione e accedere a informazioni sulla loro storia.

Tra i contenuti visual più interessanti che si possono guardare con i visori oculus, la ricostruzione dei danni subiti dalla Gypsotheca nel 1917, quando durante la Prima Guerra Mondiale, fu bombardata con gravi danni alla struttura e alle opere conservate.  

Come cambia la visita

Sono state superate le barriere architettoniche che hanno da sempre limitato alle persone con disabilità motoria l’accesso alla Gypsotheca e in particolare alla Casa di Antonio Canova, rendendo ammirabili da tutti i capolavori custoditi a Possagno.

I partner

Per la sua realizzazione ASOLANA Group ha mobilitato oltre al proprio staff, un nutrito gruppo di partner e professionisti che a diverso titolo hanno contribuito alla realizzazione del progetto tra i quali: INTERIORS 3D (www.interiors3d.com); ELO TOUCH (www.touchitalia.it); X CONNECT (www.xconnect.com) ; KODAK SpA (www.kodak.com) ; KOMORI (www.komori.com); FAVINI (www.favini.com); EuroPaper (www.europaper.com);   PRINTGRAPH (www.printgraph.it); TRELLEBORG (www.trelleborg.com); PRINTMATERIA (www.printmateria.it).

La piattaforma è declinabile in qualsiasi realtà sia museale, culturale, che aziendale, offrendo una modalità immersiva di comunicazione del prodotto. Questa nuova tecnologia s’integra con strategie di marketing delle aziende ed entra in modo sinergico tra gli strumenti che un’azienda può usare per far conoscere la propria realtà.